Vota il prossimo viale di Pace

In molti già li conoscono, altri ne scoprono la storia a volte per caso, magari richiamati ad alzare la testa dalla musica degli alberi. C'è viale Peter Benenson (2015), viale Nelson Mandela (2014). E ancora: Paulo Freire, Maathai, Del Vasto. Rachel Corrie, Tom Benetollo, Rosa Parks, Aldo Capitini, Gandhi.

Sono i viali di Pace: una mappa che segna le strade pedonali nel parco pubblico Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa raccontando di persone che hanno dato la loro vita per il cambiamento.

Così quel che prima era teatro di vicissitudini e abusi nascosti dalla cinta muraria del Manicomio, oggi diventa un modo per non dimenticare.

 

Giornata internazionale della Pace  

Vota il prossimo viale di Pace      

In molti già li conoscono, altri ne scoprono la storia a volte per caso, magari richiamati ad alzare la testa dalla musica degli alberi. C'è viale Peter Benenson (2015), viale Nelson Mandela (2014). E ancora: Paulo Freire, Maathai, Del Vasto. Rachel Corrie, Tom Benetollo, Rosa Parks, Aldo Capitini, Gandhi.   Sono i viali di Pace: una mappa che segna le strade pedonali nel parco pubblico Generale Carlo Alberto Dalla Chiesa raccontando di persone che hanno dato la loro vita per il cambiamento.   Così quel che prima era teatro di vicissitudini e abusi nascosti dalla cinta muraria del Manicomio, oggi diventa un modo per non dimenticare.  

Quest'anno, per la prima volta, saranno i collegnesi a votare il nome del prossimo viale di Pace. Nei mesi precedenti il Coordinamento Pace e Solidarietàha scelto sette nomi di personaggi candidati tra i quali esprimere la propria preferenza.  

Si tratta di:      

  • PAOLO ADINOLFI_magistrato. Esce di casa il 2 luglio 1994 e da allora non si hanno più sue notizie. Si ipotizza che il suo sia un caso di lupara bianca. Si stava occupando di indagini scottanti      
  • STEVEN BANTU BIKO_attivista (1946-1977). Sudafricano anti-apartheid, nonostante le torture continuò a manifestare contro il razzismo. Morì in carcere      
  • EMMELINE PANKHURST_attivista (1858-1928). Politica britannica, promosse il movimento suffragista nel Regno Unito per il diritto di voto alle donne      
  • MASSIMILIANO KOLBE_sacerdote (1894-1941). Di origini polacche, prese il posto di un padre di famiglia condannato a morte nel campo di concentramento di Auschwitz  
  • OSCAR ROMERO_vescovo (1917-1980). Denunciò le violenze della dittatura militare di San Salvador, la sua terra. Venne ucciso mentre celebrava la messa nella cappella di un ospedale      
  • EDWIN CHOTA_attivista (1962-2016). Diede la vita per la difesa della Foresta Amazzonica. Di origini peruviane, venne ucciso dai tagliatori illegali di alberi o dai narcotraficanti      
  • BERTHA VON SUTTNER_scrittrice (1843-1914). Austriaca, premio Nobel per la Pace rappresenta il simbolo del rifiuto alle armi

Il voto avviene on line cliccando una sola preferenza al link che si aprirà a questa pagina. Tutti possono votare.      

Mercoledì 21 settembre appuntamento al parco per la scoperta della targa, in occasione della Giornata Internazionale della Pace.  

 

Basta poco!  

Il voto è aperto da sabato 10 a domenica 18 settembre 2016.

        Manca poco!          

 

NB. Coloro che hanno già effettuato l'iscrizione in occasione delle votazioni per il Bilancio Partecipato potranno avvalersi della stessa registrazione. In caso di necessità, approfitta del seggio facilitato domenica 18 settembre allo stand istituzionale di Collegno in Bancarella

 

In caso di necessità di una nuova password

Per maggiori informazioni: SPAZIO PACE E SERVIZI CIVILI   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  +39 0114015876     

Facebook Progetto Collegno Giovani

 

 

Facebook istituzionale

Comune di Collegno


Informativa breve per cookies